Facebook è realmente interessata alla blockchain?

Facebook è realmente interessata alla blockchain?

Arrivano interessanti novità da Menlo Park, sede principale dell’ormai noto social network Facebook. Si fanno sempre più insistenti le voci di un interessamento in un eventuale blockchain, sistema su cui si basano tutte le criptovalute.

SEGUICI SU FACEBOOK

David Marcus, gestore dell’app Messenger, ha annunciato che il sito dei social media sta esplorando possibili applicazioni per la tecnologia blockchain.

“È tempo per una nuova sfida! Dopo quattro incredibili anni trascorsi in Messenger, ho intenzione di creare un piccolo gruppo per scoprire come sfruttare al meglio Blockchain per Facebook. Mi mancherà la mia feroce squadra di Messenger, ma sono entusiasta del viaggio che ci aspetta”.

Proprio David Marcus sarà a capo della sezione blockchain. Egli è già alla guida di Paypal prima e di Messenger poi, oltre a far parte di Coinbase, piattaforma mondiale di criptovalute. Ad affiancare Marcus ci saranno anche l’attuale vice product manager di Instagram, Kevin Weil, che lascerà il suo ruolo per unirsi alla squadra dedicata alla blockchain. Lo scopo sarebbe nel dividere la società in tre campi, il primo dedicato alla famiglia delle app, quindi FB, Whatsapp e Messenger, il secondo focalizzato sulla nuova piattaforma indirizzata verso la blockchain mentre il terzo si occuperà di sicurezza e pubblicità.

SEGUICI SU FACEBOOK

Nel gennaio di quest’anno, inoltre, Facebook ha avviato un divieto generalizzato di annunci di criptovalute. Il divieto è stato una sorpresa, dato che Mark Zuckerberg aveva precedentemente espresso interesse per le criptovalute. Egli però, avrebbe voluto studiare in che modo le persone avrebbero potuto usare le criptovalute in sicurezza, prima di pubblicizzarle. E infine, non si può escludere che Mark Zuckerberg stia preparando la mossa che farebbe letteralmente impazzire il mondo di Bitcoin e compagnia: la criptovaluta di Facebook (già ribattezzata Facecoin).

LEGGI ANCHE: STELLAR E LA SUA CRESCITA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto